You are here:

Quadro dell’UE per la CDPD - Promozione

La promozione dei diritti umani, nell’Unione europea e in tutto il resto del mondo, è uno dei principali obiettivi dell’UE.

La CDPD è ormai parte integrante dell’ordinamento giuridico dell’Unione. Ciò significa che la legislazione e le pratiche dell’UE devono essere coerenti con le disposizioni della Convenzione.

Come i membri del Quadro dell’UE promuovono la CDPD

Il Parlamento europeo:

  • promuove i diritti delle persone con disabilità attraverso dibattiti pubblici e discussioni, convegni e conferenze stampa;
  • istituisce una rete intercomitati, presieduta dalla Commissione per l’occupazione e gli affari sociali e composta da membri provenienti da vari comitati, per rivedere e analizzare documenti e attività, realizzare campagne di sensibilizzazione sulle problematiche relative alla disabilità e promuovere un approccio coordinato, ove possibile.

Il Mediatore europeo:

  • aiuta a informare i cittadini europei sui loro diritti e doveri;
  • lavora con i difensori civici nazionali e regionali all’interno della Rete europea dei difensori civici per promuovere le buone prassi amministrative in tutta l’Unione europea.

L’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (FRA):

  • tratta specificatamente dei diritti delle persone con disabilità  all’interno delle sue attività di sensibilizzazione, anche attraverso la pubblicazione di relazioni e altro materiale, il coinvolgimento dei gruppi d’interesse, la comunicazione e l’organizzazione di eventi;
  • integra la disabilità in altre aree tematiche e attività.

Il Forum europeo sulla disabilità:

  • promuove i diritti delle persone con disabilità attraverso campagne di sensibilizzazione, come ad esempio sulla libera circolazione delle persone con disabilità;
  • monitora la conformità della legislazione e delle politiche dell’UE rispetto allaCDPD;

fornisce consulenza tecnica agli enti pubblici e privati circa l’applicazione della CDPD